venerdì 6 dicembre 2013

Not Love

Illustrazione per il concorso 2013 di Donne in Opera, il titolo del concorso era “L’amore non c’entra. Pensieri, racconti, opinioni e testimonianze sulla violenza contro le donne”

E' stata selezionata e verrà pubblicata nell'antologia assieme ad altre 19 illustrazioni / foto / collage e 24 racconti su questo tema così delicato e drammatico.

domenica 27 ottobre 2013

domenica 1 settembre 2013

Die

Aggiorno con questa fanart che ho fatto tempo fa ma che mi piace molto. Incredibile.
Alieno verde con le orecchie a punta, nessuna relazione con i namecciani, in realtà è Die, un leprecauno di Homestuck.


lunedì 29 luglio 2013

Burning Water

Le mie illustrazioni per il concorso di Anomali Festival.
Il tema era Burning Water - Acqua che Brucia.

 Acqua Sulfurea
Moonshiner

domenica 21 luglio 2013

Teschio di Babirusa

Puntinismo, penne da 0.1 e 0.3.
Peccato non aver tenuto conto delle ore.
14,85 x 10,5 cm  (cioé metà di un A4)

sabato 16 marzo 2013

Dante e Virgilio

EDIT: aggiustato le mani di Dante e il volto di Virgilio.

Speedpaint (meno di 3 ore è uno speedpaint no?) di Dante Alighieri e Virgilio.



martedì 12 marzo 2013

Ghost Rider

In teoria ho altro da fare ma ho schizzato un veloce Ghost Rider. Perché mi andavano teschi e fiamme. Ecco.



sabato 9 marzo 2013

Favole Classiche

Il Lupo e l'Agnello di Fedro
 
La Volpe e il Corvo di Fedro
Il Granchio e la Volpe di Esopo

venerdì 1 marzo 2013

AiW: Illustrazioni Definitive

Come da titolo, le illustrazioni di cui ho fatto delle versioni definitive per il book. Con tanto di paragrafetto tratto dal libro così c'è un contesto decente.

Alice precipita nella tana del Coniglio Bianco. Continuando a precipitare afferrò un barattolo da uno degli scaffali; sull'etichetta c'era scritto "Marmellata di Arance", ma con suo grande disappunto era vuoto: non voleva gettare via il barattolo perché temeva di uccidere qualcuno, e allora lo posò su un'altra credenza, mentre cadendo ci passava davanti.
 Alice gigante nella casa del Coniglio Bianco. "Questo poi no!", pensò Alice, e, dopo aver atteso fino a quando le parve di sentire il Coniglio proprio sotto la finestra, mise fuori all'improvviso la mano, come se cercasse di afferrare qualcosa nell'aria. Non prese nulla, ma udì un gridolino e un tonfo, rumore di vetri rotti, e concluse che molto probabilmente il Coniglio era caduto su una serra o qualcosa del genere.
 Alice chiede direzioni al Gatto dello Cheshire. "In quella direzione", disse il Gatto, indicando con una zampa, "vive un Cappellaio: e in quella", e indicò con l'altra zampa, "vive una Lepre Marzolina. Fa' visita a chi vuoi: tanto sono matti tutti e due."
"Ma io non voglio andare in mezzo ai matti", protestò Alice.
"Oh, non puoi evitarlo", disse il Gatto: "qui tutti sono matti. Io sono matto. Tu sei matta."
"Come fai a sapere che io sono matta?", domandò Alice.
"Devi esserlo", rispose il Gatto, "altrimenti non saresti venuta qui."
Tea Party con il Cappellaio, la Lepre e il Ghiro. "Non riesco a capirla", disse [Alice], con il maggior garbo possibile.
"Il Ghiro s'è addormentato di nuovo", disse il Cappellaio, e gli versò sul naso del tè bollente.
 La partita di croquet della Regina di Cuori. "Con chi parli?", domandò il Re, avvicinandosi ad Alice, e osservando con gran curiosità la testa del Gatto.
"E' un mio amico - un Gatto dello Cheshire", rispose Alice: "mi permetta di presentarglielo."
"Non mi piace la sua faccia", disse il Re: "comunque può baciarmi la mano, se lo desidera."
"Preferirei di no", replicò il Gatto.
"Non essere impertinente", disse il Re, "e non fissarmi in quel modo!" Ma così dicendo si nascose dietro Alice.
"Un gatto può fissare un re", disse Alice. "L'ho letto in qualche libro ma non ricordo quale."
"Comunque, bisogna toglierlo di lì", dichiarò il Re perentoriamente; e chiamò la Regina, che passava in quel momento: "Mia cara! Desidero che questo gatto venga tolto di qui!"
La Regina conosceva un unico sistema per risolvere i problemi, grandi o piccoli che fossero. "Tagliategli la testa!"